Il Libro Parlante. Con Scelsi, ancora una bella serata alla D’Addosio

vloraRacconto della serata: alle ore 18, io e il buon Vito Prigigallo ci rechiamo in biblioteca. Ci siamo dati appuntamento un’ora e mezza prima dell’inizio dell’evento. L’ospite è Giuseppe Scelsi e non è cosa da tutti i giorni. Con Daniele e i suoi collaboratori, sistemiamo la pedana, le poltroncine, i tavolini Lack di Ikea, il pc e l’impianto audio. Microfoni funzionanti con batterie nuove. Ore 18.45, è tutto pronto, aspettiamo il magistrato-scrittore e ovviamente il pubblico. Ore 19.15 inizia ad arrivare gente, tante facce nuove mai viste prima agli appuntamenti letterari della D’Addosio. Scelsi, ha fatto breccia nella curiosità dei capursesi. Buon segno. Ore 19.20, improvvisamente e inspiegabilmente, salta l’impianto audio della sala eventi. Non funziona più niente. Amplificatore “morto”. Faccio 2/3 telefonate, non risponde nessuno. Intanto arriva Gianni Locorotondo, che tra l’altro nel corso della presentazione ha letto alcuni brani tratti dal romanzo “I colori del melograno”, mi dice: “Chiamiamo Johnny?”. Manco a dirlo. Ore 19.25 vedo entrare in biblioteca il Sindaco, Carella, Scelsi e un bel gruppetto di persone che lo accompagnano nella sala eventi della D’Addosio. Tra queste intravedo Johnny. Ore 19.35 Johnny Calabrese torna alla D’Addosio accompagnato da Roberto Guerra e Bartolo Galeone con una cassa amplificata, un mixer e una serie di cavi. In pochi minuti sistemiamo il tutto. Ore 19.45 è tutto ok, Si può partire! Vito Prigigallo da il via alla serata con uno spezzone del tg di Antenna Sud dell’otto agosto 1991. Lo sbarco di 20.000 albanesi irregolari nel porto di Bari. Si parla di Albania. Ne abbiamo parlato in tutte le salse. Giuseppe Scelsi l’ha fatto con i suoi ricordi e con il racconto del romanzo, il pubblico l’ha fatto con interventi belli e mirati, Vito con il suo modo molto english di provocare. Abbiamo passato una bella ora, come sempre. Difficilmente agli appuntamenti alla D’Addosio ci annoiamo. Riusciamo a scoprire sempre mondi diversi e interessanti. Molto più interessanti di quello che ci offre la tv. La serata si è chiusa con la proiezione del trailer del film “La nave dolce” di Daniele Vicari. Prossimi appuntamenti alla D’Addosio, il 26 aprile con Catena Fiorello e il 30 aprile con Carmela Formicola.

Commenta