Le Olimpiadi Capursesi 2013

oli13   oli11Quando nel giugno del 2010 radunai in Comune una serie di amici delle associazioni sportive e culturali e proposi loro l’idea di base delle Olimpiadi Capursesi, la reazione non fu delle migliori. Ma dopo qualche minuto di rassicurazioni e incoraggiamenti, riuscimmo a partire uniti in questa nuova sfida. Quattro squadre, quattro capitani, quattro vice capitani e centoventi partecipanti. Niente male. In quell’estate abbiamo fatto squadra, tutti. I risultati sono stati superiori ad ogni aspettativa. L’esperienza è stata ripetuta nel 2011 e nel 2012. Quasi tutto è rimasto invariato. Dal 2011 la novità è stata la partecipazione dei bambini. E in questa edizione vogliamo partire proprio da questo: dai bambini. I bambini accompagnano i genitori alle Olimpiadi. Ci sono giochi che gli adulti potranno fare solo e soltanto accompagnati dai bambini. I bambini devono essere al centro delle attività ricreative, culturali e sportive di questo paese. A loro dobbiamo serenità, felicità, voglia di partecipazione. Mi risulta che i bambini che hanno partecipato alle Olimpiadi negli anni scorsi siano delle menti raffinate. Ottimi voti, educazione e soprattutto tanta, tanta voglia di partecipare e di essere protagonisti. È per questo che quest’anno ne vogliamo di più. Crediamo fortemente in un paese migliore e puntiamo su di loro.  Lunedì sera inizieremo a parlare di Olimpiadi in Villa Comunale, nell’ambito della presentazione del cartellone estivo CapursoCultura. Martedì e Mercoledì prossimo, sempre in Villa, dalle 20.30 in poi ci sarà tanta brillante animazione per i più piccoli e soprattutto ci sarà l’Info Point delle Olimpiadi Capursesi. I capitani saranno pronti a dare informazioni e a raccogliere adesioni per le Olimpiadi. Non ci resta che…partecipare!

oli9          oli8

oli7          oli6

oli5          oli4

oli3          oli2

oli1          oli 10

Commenta