Gocce di memoria. Il Carnevale Capursese riletto dagli elaborati di studenti del 1984.

1

3Qualcuno direbbe “correva l’anno 1984…” e l’allora amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Antonio Rotunno, deliberava su proposta dell’assessore alla pubblica istruzione Bartolomeo Viele, un bando di concorso dal titolo “Il carnevale a Capurso: fantocci, scherzi e balli”, aperto agli studenti delle scuole elementari e medie inferiori di Capurso. Venivano messe a bando 900.000 Lire (all’epoca, più dello stipendio medio di un operaio) da dividere secondo una tabella di merito che premiava gli elaborati artistici e quelli linguistici primi classificati. Qualche giorno fa, grazie a lavori di risistemazione di schedari vari all’interno del Palazzo di Città, Mena De Nicolò mi ha fatto dono di alcuni degli elaborati in concorso.
2

bando 1984Li ho trovati molto belli e teneri, e sono firmati, tra gli altri,  da miei amici di vecchia data. In particolare due elaborati sono a firma dei miei compagni di classe di allora Lello Raia e Paola Pastore  (5^B), un altro del mio fraterno amico Giuseppe Masiello (5^G), ed ancora Francesco Latrofa(4^B), Carmela Covella (4^D), Marianna Troiani (5^G), Lino Pastore (5^B), Anna Vitone (4^D), Cristina Micunco (1^F) e per la scuola media inferiore Pasquale Perilli (2^A), Gabriella Zanna (2^A), Luigi Battaglia (3^E). Per un pò di tempo li ho conservati nel mio ufficio, ma confrontandomi con il Sindaco e con Maria Squeo, attuale assessore alla pubblica istruzione, abbiamo pensato di restituirli ai “legittimi” proprietari. A loro chiedo di farsi avanti. Agli altri chiedo di informare, se li conoscete, i giovani artisti. Sono gocce di memoria. Ricordi fantastici che ci incoraggiano a insistere sulla  strada della cultura, dell’arte e delle tradizioni.
delibera 1984

Nelle foto: alcuni degli elaborati, la delibera di giunta dell’ 11 febbraio 1984 e il Bando di Concorso.

 

Commenta