6 anni di assessorato allo sport. Oggi passo il testimone. E sono contento!

3Era l’aprile del 2010. Il neo Sindaco di allora – lo stesso di oggi – Francesco Crudele, mi assegnò la delega dello sport oltre a quelle delle politiche giovanili, della cultura e del marketing territoriale. Nell’aprile del 2010 a Capurso, sport era sinonimo di calcio. I miei predecessori avevano lavorato bene ma non si riusciva proprio a diversificare. Quando ho incontrato per la prima volta le associazioni sportive ho spiegato loro che il punto di partenza era proprio questo. La diversificazione, la necessità di abbinare alla parola sport più discipline possibili. Festeggiammo subito (era giugno), la VII Giornata Nazionale dello Sport (a Capurso si festeggiava per la prima volta) e portammo allo stadio tutte le associazioni sportive capursesi con oltre 400 atleti partecipanti. Una grande festa! In breve tempo riuscii a mettere insieme una squadra che è poi risultata vincente, con Raffaele Consalvo della Football Club, Enzo Laricchia e Antonio De Leonardis della Polisportiva Orsa, Vito Ricci della Futsal, Antonio Mastrolonardo della Functional Training Puglia, Filomena Alterio dell’associazione Korart e tanti altri amici. A luglio dello stesso anno, con la stessa squadra e con alcuni importanti inserimenti, organizzammo le Olimpiadi Capursesi. Luglio Sport divenne un incredibile contenitore di discipline sportive: calcio a 5, basket, tennis, volley, orienteering, sollevamento pesi, corsa e tanto altro. Per un mese intero prima e per 6 estati poi, a Capurso tutti hanno avuto la possibilità di fare sport a 360°.
1Abbiamo immediatamente pensato di dover dare visibilità alle associazioni e agli atleti, al fine di coinvolgere più capursesi possibili. Inventammo la Festa dei Calendari, che ha dato la possibilità alle squadre di presentare, in Sala Consiliare, il roster e gli appuntamenti che li attendevano. Di li a poco è nata la Consulta Comunale per lo Sport, il cui regolamento per la costituzione e il funzionamento fu approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale. Aderirono 9 associazioni e fu eletto presidente Enzo Magistro. Oltre alle attività già nominate, si aggiunsero il Karting, con la società Adriatica di Maria Cinquepalmi e la Pallacanestro, di Giovanni Di Mauro.
Nel 2014 grazie alla collaborazione della Bio Ambra New Age, abbiamo dato i natali alla Capurso in Corsa, gara podistica nazionale di 10 km su strada giunta quest’anno, si corre il 19 giugno,  alla terza edizione. 2In questi anni, fungendo da “primo contatto”,  siamo riusciti a portare diverse discipline sportive  nelle scuole (poft). Esperienza partita con il sollevamento pesi, grazie alla collaborazione con Costantino Smurro, Marco Cutillo e Antonio Mastrolonardo, avviata proprio nel 2010 fino ad arrivare al Rugby rappresentato dall’associazione Panther Rugby  Team con i capursesi Max Centrone e Fabrizio Lorusso Flammini. L’esperienza del sollevamento pesi, ha portato alla nascita di un’associazione capursese di pesistica e si è rivelata vincente, visto il numero di ragazzi che si stanno dedicando a questa affascinante disciplina e i grandi risultati che stanno ottenendo a livello nazionale, vedi Carmen Santorsola (Scuola Ginnastica Angiulli), Antonio Uva e Francesco Magistro (Pesistica Capurso), presenti e vincenti ai campionati nazionali 2016 di Ostia.
Abbiamo lavorato e giocato con calciatori, cestisti, tennisti, bikers, culturisti, pugili, campioni in carrozzella, runners, pallavolisti, sbandieratori, ginnasti, lottatori.
Abbiamo vinto tanto e qualche volta anche perso, nello sport ci sta (anche se ci faceva incazzare parecchio).
4Abbiamo Atteso, Voluto, Costruito e Inaugurato la prima struttura sportiva indoor del nostro paese.
Abbiamo portato a Capurso il Centro Federale Territoriale della FIGC, un polo territoriale di eccellenza per la formazione tecnico-sportiva di giovani calciatori e calciatrici di età compresa tra i 12 e i 14 anni.
Abbiamo voglia di crescere ancora e per questo cedo con infinito piacere il testimone al mio fraterno amico Vito Ricci. Continueremo a Correre insieme perché la voglia di far crescere Capurso ci ha sempre unito. E penso pure che non ci separerà mai!

Commenta