Polizia Locale: dopo 159 anni di storia arriva il primo sottufficiale donna.

Il corpo di Polizia Locale di Capurso compie 159 anni. L’amico Umberto Rizzo, dopo un’attenta ricerca, dice che in origine erano denominate Guardie Municipali e furono istituite in seguito al decreto Rattazzi, con il compito di vigilanza urbana e rurale. Successivamente, con delibera del Consiglio Comunale n.32 del 4 maggio 1913, a seguito del Regio Decreto n.690 del 31 agosto 1907, predisposto dal Ministro dell’interno Giovanni Giolitti, divennero Guardie di Città. Negli anni, hanno più volte cambiato denominazione: Vigili Urbani, Polizia Urbana, Polizia Municipale ed ora Polizia Locale. Ma la sostanza non cambia. Cambiano invece gli uomini e le donne che dal 1859, sono giornalmente impegnati a garantire la sicurezza e l’ordine delle nostre città. Nel corso dei festeggiamenti di San Sebastiano, santo patrono dei Vigili Urbani, il comandante Saverio Petroni, ha insignito con il grado di vice sovrintendente, l’agente Marianna Piemonte, prima donna nella storia del locale comando ad essere  fregiata del grado di sottufficiale. Classe ’77, in servizio dal 2001, 9 anni di esperienza presso il Comando di Polizia Locale di Milano, è arrivata a Capurso grazie a un concorso per mobilità. Oltre che dei compiti propri di ogni agente di Polizia Locale, sioccupa brillantemente di rifiuti e ambiente. Oltre all’agente Piemonte, è stato riconosciuto il grado di vice sovrintendente all’agente Giovanni Salvatore, e il grado di Agente Scelto ad Alessandro Pinto.
Di questa bella storia ne parla oggi La Gazzetta del Mezzogiorno.

Commenta