Il Libro Viaggiante: Salerno e Certosa di Padula, leggendo di Mussolini.

È il caso di dirlo: una bella gita culturale!
Si terrà il prossimo 15 dicembre, è parte dell’ ambizioso progetto C.A.P.U.R.S.O., proposto da Ecotour Puglia, Università della terza età “il Re del Tempo” e Promolab 716, con il coordinamento dell’assessorato diretto da Cosimo Guarini e del Servizio alla Promozione Sociale del Comune di Capurso.
L’iniziativa è rivolta a n. 50 soggetti residenti a Capurso, con precedenza agli ultra 65enni ed ai cittadini con valore ISEE  inferiore a 7.500,00 euro.
Per partecipare è necessario rivolgersi all’associazione Ecotour Puglia, presso la sede al civico 70 di via Mizzi, il prossimo 11 dicembre dalle ore 10 alle ore 12. Il costo prevede il versamento di un contributo di 35 euro a persona e comprende le visite guidate e un pranzo a base di Pizza Napoletana. Previste riduzioni di 3 euro per i soggetti ultra 65enni e per i cittadini con ISEE inferiore a 7.500,00 euro. Le spese di viaggio e la guida on bus sono a carico del Comune di Capurso.


La certosa di Padula, o di San Lorenzo, è una certosa situata a Padula, nel Vallo di Diano, in provincia di Salerno. Si tratta della prima certosa ad esser sorta in Campania, anticipando quella di San Martino a Napoli e di San Giacomo a Capri. Occupa una superficie di 51.500 m², conta su tre chiostri, un giardino, un cortile ed una chiesa. È uno dei più sontuosi complessi monumentali barocchi del sud Italia nonché la più grande certosa a livello nazionale e tra le maggiori d’Europa.
Luci d’Artista, ovvero le luminarie di Salerno, sono ormai l’evento più atteso del Natale del Sud Italia e come ogni anno, la spettacolare e suggestiva esposizione di luminarie artistiche è pronta ad illuminare strade, piazze e giardini della città, rendendo l’atmosfera natalizia, ancora più magica.

Particolarità di questa “gita culturale”, saranno i momenti di lettura, con la presentazione on bus del libro di Antonio Scurati “M Il figlio del secolo“, un romanzo documentario impressionante non soltanto per la sterminata quantità di fonti a cui l’autore attinge, ma soprattutto per l’effetto che produce. Fatti dei quali credevamo di sapere tutto, una volta illuminati dal talento del romanziere, producono una storia che suona inaudita e un’opera senza precedenti nella letteratura italiana. Raccontando il fascismo come un romanzo, per la prima volta dall’interno e senza nessun filtro politico o ideologico, Scurati svela una realtà rimossa da decenni e di fatto rifonda il nostro antifascismo. Protagonista di questa tappa “in viaggio” della rassegna Il Libro Parlante sarà il giornalista e capo settore del Servizio di Promozione Sociale del Comune di Capurso, Vito Prigigallo.

Sarà una bella occasione per condividere un momento di socializzazione e cultura, utile ad essere sempre più “Comunità”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta