3 giorni alla festa e mille cose da fare tra conferme e novità.

L’organizzatore è il Comitato Feste, è vero. Ma organizzare le feste patronali è ormai roba da professionisti del settore e nessuno può ritenersi esente da responsabilità. Per una festa importante come quella della Madonna del Pozzo poi, l’organizzazione è da grande evento. Tipo il concerto di una rock star. Tra l’altro i numeri delle presenze sono quelli. Le difficoltà sono davvero tante, e le responsabilità sono spalmate a vario livello, politico, amministrativo e operativo. Un grande gioco di squadra, che nel nostro caso vede coinvolti oltre al Comune con diversi uffici (in particolare ufficio suap-commercio e Polizia Locale) e al Comitato Feste, il Santuario delle Madonna del Pozzo, la Stazione dei Carabinieri di Capurso e il Comando di Triggiano, le associazioni di volontariato, di soccorso e di Protezione Civile, le ditte e le cooperative addette allo spostamento di transenne e new jersey, il personale dell’azienda addetta alla raccolta di rifiuti, gli addetti agli spettacoli artistici e pirotecnici, con tutto l’ambaradan che gli gira attorno, le tipografie, i facchini e tanto altro ancora.

Alle immancabili iniziative della “tradizione” per gran parte organizzate dal Comitato Feste Patronali, le processioni del venerdì,quelle della domenica con la chiusura Trionfale del Carro e quella del lunedì, le luminarie, quest’anno davvero sfarzose, le bande, i fuochi, le bancarelle e il Luna Park, si aggiungono una serie di conferme e novità. Il Luna Park si sposta all’interno dei parcheggi del Pala Livatino e dello Stadio Comunale, con ingresso da via Difesa. E’ la novità più importante di questa edizione della festa. I lavori di riqualificazione del campo della 167, vecchia sede del Luna Park, ci hanno spinti a decidere per questa nuova location. Importante il servizio d’ordine che nei 3 giorni di apertura del Luna Park, garantirà che non ci siano danni agli impianti, in particolare al Pala Livatino. Ben 20, saranno infatti, gli addetti al controllo. Confermati gli spettacoli del progetto Un Pozzo di Storia e Arte, con la direzione artistica di Elisa Barrucchieri. I laboratori con giovani danzatori e danzatrici capursesi, sono la novità proposta dalla direttrice artistica, tra gli altri, del Corteo di San Nicola. Lo spettacolo si terrà sabato 24, in Piazza Libertà e sarà uno spettacolo che non conviene assolutamente perdersi. Così come imperdibile è il momento della Consegna delle Corone della Festa alla Madonna, che si terrà all’interno della Basilica poco dopo le 22.30 di sabato. Confermata la direzione a cura di ResExtensa e di Elisa Barrucchieri del Corteo Artistico che accompagnerà la processione del Carro Trionfale, con la partecipazione degli Sbandieratori Civitas Mariae di Capurso e le ballerine, in gran parte provenienti dalle scuole di danza capursesi. Lo spettacolo del sabato sera e la partenza della processione del carro, saranno trasmesse in diretta su Antenna Sud. Questa è una novità! Così come, e questa è una bella conferma, la processione della domenica mattina, il rientro della Sacra Effige e l’uscita del Carro Trionfale, saranno trasmesse da Capurso Web Tv.
E’ la mia decima Festa Grande e con orgoglio posso affermare che, in un momento storico di crisi per le patronali, una certa crescita della nostra Festa è sotto gli occhi di tutti, soprattutto sotto il punto di vista culturale, qualitativo e organizzativo. Far parte di questa grande organizzazione è molto bello e gratificante. Sarà una gran bella Festa Grande.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta