Libera! Un nuovo volto per la Chiesa Madre. Il 24 l’inaugurazione.

È arrivato il giorno tanto atteso. Un intervento pensato e realizzato a tempo di record. Meno di un anno. Cosa assolutamente non facile per una pubblica amministrazione. Forse è il caso di dirlo, San Giuseppe ci ha dato una mano.
Il risultato è straordinario. La facciata principale della Chiesa Madre, “liberata” da un mostro di tufi e terreno. Una strada del centro storico riqualificata e un prezioso spazio aggregativo messo a disposizione della comunità, in particolare, quella parrocchiale. Un’altra fetta del Centro Storico riqualificata, parte importante del progetto “Il sistema delle piazze” che presto, molto presto, sarà completato (per piazza Gramsci e vico D’Alba, si sta lavorando al progetto esecutivo). È inutile dire che vincere aiuta a vincere, e la soddisfazione per il risultato raggiunto ci da la carica e ci spinge a completare al più presto l’opera dei nostri sogni!

Inauguriamo con una bella cerimonia, programmata per Martedì 24 settembre. Sarà presente  il Vescovo di Bari-Bitonto, mons. Francesco Cacucci, oltre al Sindaco Francesco Crudele e don Antonio Lobalsamo. Nel corso della serata presenteremo il libro “Gesù usava Twitter?” scritto proprio dal nostro parroco e presentato dalla presidente della consulta delle associazioni Mariangela Giordano, con intermezzi musicali a cura della talentuosa cantante Marina Mariani.
In apertura e chiusura di serata, toccherà a Radmila Novozheeva,  soprano di coloratura e Paolo Scafarella, pianista, aggiungere magia a una serata che sarà per molti indimenticabile, con un suggestivo viaggio nella lirica, “Da Napoli a Mosca“.

Sono tante le persone da ringraziare per questa Grande Bellezza. Ma sarà il caso di farlo dopo l’inaugurazione, dando il giusto e necessario spazio a chi ci ha sempre creduto, senza perdere mai la speranza, a chi ha dato anima e sudore e ai tanti capursesi che hanno insistentemente chiesto che si liberasse il prospetto della chiesa dandogli dopo 150 anni il “respiro” necessario.

Grazie a Antony Pepe per le belle e esclusive foto.

Commenta