Jovanotti e il 1994, per l’ultimo appuntamento di Storie di Vinile.

L’ultimo appuntamento annuale dell’innovativo progetto organizzato dall’amministrazione comunale di Capurso in collaborazione con le associazioni culturali Multiculturita J.S. e Kirikù, si svolgerà a Capurso, sabato 23 novembre (inizio ore 20), presso l’auditorium della scuola Montalcini con ingresso da via Valenzano.
Al centro dell’ascolto l’album Lorenzo 1994 di Jovanotti.
Sarà ripercorso la lunga carriera dell’artista romano, da Go Jovanotti Go a Nuova era.
L’occasione sarà propizia anche per affrontare i principali avvenimenti del 1994, anno di uscita dell’album. Inoltre, come sempre, alla musica faranno da corollario libri, parole, aneddotica e film.
Con me sul palco, Mariangela Giordano, esperta in scienze dello spettacolo e della produzione multimediale; Mariella Procaccio, educatrice filosofica; Vito Prigigallo, giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fanoje 2019. Mettiamoci al lavoro.

Manca un mese alla manifestazione regina d’autunno, una delle più importanti e più attese dell’anno: la Fanoje.
Anche l’edizione 2019 durerà 2 giorni, sabato 7 e domenica 8 dicembre.
A partire dal tardo pomeriggio, mercatini natalizi, stand enogastronomici, attrazioni artistiche, musicisti, proiezioni, luci e suoni, animeranno le strade del centro storico. Grande novità di quest’anno saranno il palco naturale della piazza del SS. Salvatore e la rinata via Carone. Di grande effetto saranno le luminarie della facciata della Chiesa Madre a cura di Paulicelli Light Design, che come ogni anno illuminerà di luci e colori le strade del centro cittadino.
Martedì 12 novembre incontrerò le associazioni della Consulta Comunale di settore per programmare i dettagli.
Organizzo questa manifestazione dal 2002. Non vedo l’ora di accendere il grande fuoco di piazza Gramsci!

Storie di Vinile: Claudio Baglioni, “la vita è adesso” e il 1985. Appuntamento sabato 9 a Capurso.

Nata il 28 marzo 2016 con un appuntamento “pilota” dedicato a David Bowie, la rassegna Storie di Vinile, ha presentato al suo attento pubblico 25 vinili in 23 appuntamenti. Pino Daniele, U2, Simple Minds, Beatles, Rolling Stones, Francesco De Gregori, Fabrizio De Andrè, Vasco Rossi, Mina, Amy Winehouse, Aretha Franklin, fino alle entusiasmanti serate dedicate a Ennio Morricone, i Queen, Ray Charles e Bruce Springsteen.
Sono solo alcuni degli artisti che hanno dato l’opportunità ai conduttori per parlare di musica, letteratura, cinema, filosofia, storia e tanto altro.
Il prossimo appuntamento, dell’innovativo progetto organizzato dall’amministrazione comunale di Capurso in collaborazione con le associazioni culturali Multiculturita J.S. e Kirikù, si svolgerà a Capurso, sabato 9 novembre (inizio ore 20), presso l’auditorium della scuola Montalcini con ingresso da via Valenzano.
L’appuntamento sarà interamente dedicato a Claudio Baglioni. Sarà ripercorso il lungo percorso artistico del “capitano coraggioso”.
L’occasione sarà propizia anche per affrontare i principali avvenimenti del 1985, anno di uscita dell’album “La vita è adesso”.
Inoltre, come sempre, alla musica faranno da corollario libri, parole, aneddotica e film.
Ospiti della serata, oltre a me, saranno Vito Prigigallo, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno; Mariangela Giordano, esperta in scienze dello spettacolo e della produzione multimediale; Mariella Procaccio, educatrice filosofica. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

70mila euro per riqualificare il Parco Comunale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ci siamo. Se ne parlava da tempo, e da tempo gli uffici del settore Sviluppo del Territorio guidati dall’ing. Roberto Rotondo, ci stavano lavorando. La giunta qualche giorno fa ha dato indirizzo di procedere con la progettazione esecutiva, necessaria a bandire la gara e ad affidare i lavori. Intenzione della “politica” è quella di mettere in sicurezza il parco giochi destinato ai bambini, predisponendo la sostituzione di tutte le giostrine in legno, ammalorate da anni di onorato utilizzo. Oltre alla sostituzione delle vecchie, ne aggiungeremo anche una nuova nell’area prospiciente l’ex skate park. Sostituiremo le reti di recinzione dei campi di basket e bocce, sistemeremo l’area dell’ex skate park, sistemeremo siepi troppo voluminose che rischiano di diventare luoghi di “malaffare”, elimineremo l’ex labirinto, predisponendo l’area ad accogliere un dog park, pianteremo nuovi alberi che sostituiranno le palme crollate sotto gli attacchi del punteruolo rosso, ripareremo la fontana da qualche mese mal funzionante e per chiudere, ristruttureremo l’immobile della “casa delle associazioni” con un intervento di impermeabilizzazione del solaio, di intonacatura delle parti rigonfie della facciata e di sistemazione dei bagni. Un intervento attento, necessario per consegnare al paese e soprattutto ai bambini un luogo sicuro, dove poter trascorrere il tempo libero. Importo totale dell’intervento 70 mila euro. Tutti fondi comunali.
Dei giorni scorsi, invece, la realizzazione di un nuovo impianto di video sorverglianza, che vede installati 10 nuovi occhi elettronici sull’intera area del parco ed in particolare sui punti sensibili.

Ricibiamo: un esercito di volontari al servizio della comunità.

C’erano i ragazzi delle scuole elementari e medie, c’era una parte della grande orchestra “Le Leggende del suono”, c’erano i ragazzi del consiglio comunale dei ragazzi con tanto di vicesindaco, c’erano tanti cittadini, c’erano – così come li ha simpaticamente nominati il portatore sano di sorrisi Antonio Stornaiolo – i religiosi, c’erano tante autorità, i sindaci Francesco Crudele, Antonio Donatelli e Gianluca Vurchio con assessori e consiglieri di Capurso, Triggiano e Cellamare, c’era il vice presidente nazionale di Avviso Pubblico e Sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, c’erano alcune tra le massime autorità militari di Bari e Provincia, tra cui il questore di Bari Giuseppe Bisogno, il comandante provinciale dei Carabinieri Fabio Cairo, il comandante della Compagnia Carabinieri di Triggiano Ugo Chiosi e c’era il Prefetto di Bari Marilisa Magno, che per la nostra comunità ha speso davvero belle parole.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma quello che mi ha particolarmente colpito di questa bella mattinata, e che non mi aspettavo assolutamente, è stata la presenza di un vero e proprio esercito di uomini e donne, che donano parte del loro tempo, con passione e amore al prossimo, e in particolare a chi ha bisogno di aiuto. Grazie! Grazie a tutti loro per quello che fanno e in particolare a Michele Rizzo, presidente dell’associazione Civitas Mariae, che da oggi in poi avrà una “casa di tutti” da gestire al meglio e alla mia cara amica ed ex collega di giunta, Rosanna Di Gemma, esempio assoluto di generosità e umiltà. In bocca al lupo all’esercito di Ricibiamo. In bocca al lupo a Capurso!