No Safety, No Party! C’è un’Italia che lavora anche a Ferragosto. E questo mi rende orgoglioso.

Una volta per fare festa bastavano un Martini ghiacciato e un arrembante slogan promozionale. I tempi sono cambiati e il rispetto delle regole per la prevenzione e la sicurezza dei grandi eventi sono cosa necessaria e dovuta. Stamattina con don Tonio, il comandante Costanza, l’architetto Lorusso e il dottor Prigigallo, siamo stati in Prefettura per il Comitato dell’Ordine e la Sicurezza Pubblica, per discutere il piano di Safety & Security della festa della Madonna del Pozzo. Il 14 agosto, vigilia di Ferragosto, ci siamo ritrovati al tavolo con il Prefetto, il Questore di Bari, alti ufficiali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e Asl. Niente male per essere il 14 agosto. Una riflessione sorge spontanea. L’Italia non è la terra di chi si limita a scrivere post a effetto sui social per accaparrarsi like, di chi organizza i Beach Party su e giù per lo stivale (e non mi riferisco a quelli straordinari di Jovanotti) per accaparrarsi consenso (ma consenso di chi? poi!). L’Italia non è la terra dei furbetti del cartellino, degli assenteisti, dei mafiosi. Ci sono anche loro. Ma sono certo si tratti di una minoranza. Sono tornato in Comune e ho provato orgoglio per essere parte di una struttura che anche alla vigilia di ferragosto, era li, aperta, con i suoi dipendenti pronti a “servire” i cittadini, mentre gran parte degli italiani è al mare a godersi le meritate vacanze. E ne hanno macinato di lavoro oggi in Comune! Ognuno per il suo: uffici tecnici, polizia locale, anagrafe, stato civile, servizi sociali, segreteria, ufficio tributi, ragioneria, commercio, economato e cultura. E allora ogni tanto bisogna fermarsi un attimino e ringraziare i lavoratori, a qualsiasi livello essi siano, per quello che ogni giorno dell’anno fanno per la nostra comunità. Spesso in silenzio e assumendosi il peso delle responsabilità, senza sbandierarlo sulla prima spiaggia capitata, con tanto di inno nazionale, cubiste e rosario da sventolare al vento. Viva l’Italia, bella e rispettosa delle istituzioni e dei suoi cittadini.

41! Ma diventeranno 50. Ecco l’elenco delle strade che saranno asfaltate da qui a un anno a Capurso.


2.100.000
euro di investimento su strade, marciapiedi e pubblica illuminazione. A questi si aggiungono 200.000 euro di lavori già realizzati in via Cellamare, 100.000 euro di lavori di fogna bianca e asfalto in Piazza Umberto e via Torricella in fase di realizzazione e ci aggiungo 1.500.000 di euro per un ulteriore appalto che prevede la realizzazione di nuovi tronchi di fogna bianca, con un finanziamento della Regione di 1.200.000 euro e un cofinanziamento comunale di 300 mila euro su cui l’ufficio tecnico sta elaborando il progetto esecutivo. Un totale di 3.900.000 euro per rendere più sicura e fluida la viabilità nelle nostre strade, per abbattere l’annosa problematica degli allagamenti e per illuminare tratti stradali fino ad ora carenti di pubblica illuminazione. Numeri mai visti prima d’ora a Capurso. Se non ci fossero gli atti a dimostrarlo, qualcuno avrebbe parlato di fantasie pre-elettorali. Ma è tutto vero. Il progetto da 2 milioni e 100 mila euro è in gara. In autunno, se tutto andrà per il meglio, saranno avviati i cantieri.

Elenco strade da asfaltare in ordine di priorità:

1. Viale A. Moro (tratto Via Noicattaro/Cellamare); 2. Via F. Epifania (escluso tratto tra via Triggiano e via F.lli Cervi); 3. Via Noicattaro (tratto viale Aldo Moro-rotatoria); 4. Via Casamassima z.i. ; 5. Via C. Colombo (tratto tra C.da Marrone a Via Montesano); 6. Via Bari (da Via Santa Barbara a Stazione dei Carabinieri); 7. Via Magliano (tra via Ognissanti e Via Don Milani); 8. Via G. Amendola e Piazza Libertà; 9. Via Madonna delle Grazie; 10. Via Cellamare;
11. Via San Rismo; 12. Via Don Minzoni; 13. Via San Carlo; 14. Via Ortolabruna;
15. Via Treves; 16. Via Spadolini; 17. Via Dalla Chiesa; 18. Via F.lli Cervi; 19. Via Pacifico; 20. Via Garibaldi; 21. Via Di Vagno; 22. Via Montesano (tratto tra Via Manzoni e Via Colombo); 23. Via Montesano (tratto tra Via Venisti e Via A. Moro); 24. Via Paolo VI; 25. Via Meucci; 26. Via San Pietro (tratto Via Bari – Via Epifania); 27. Via Einaudi; 28. Via Grottemorgola; 29. Via Triggiano; 30. Via Cardinal Mattei; 31. via Machiavelli; 32. Via Trento; 33. Via Trieste; 34. Via Sturzo; 35. Via Fermi; 36. Via Di Vittorio; 37. Via Sant’Onofrio; 38. Via Votano
39. Via MIzzi; 40. Via Torricella; 41. Via Tansella; 42. Via Pio XII; 43. Via Ognissanti (tratto da Comune a Via Magliano); 44. Via Vittorio Veneto;
45. Via Cavour; 46. Via La Pira; 47. Via Petrarca; 48. Via Giovanni XXIII;
49. Via D. Modugno; 50. Via E. De Filippo.

Elenco interventi marciapiedi:

Tipologia A (demolizione e nuova realizzazione marciapiede)
1. Via Epifania – incrocio Ufficio Postale; 2. Via Epifania – Isolato compreso tra Via Triggiano e Via Lattanzio; 3. Via Ortolabruna; 4. Via Tansella, ang. Via Epifania; 5. Via Manzoni angolo Via Morante.

Tipologia B (nuova realizzazione marciapiede)
1. Via Trattati di Roma – S.Pietro; 2. Tratto S.C. Via Vrisceglie – Zona Industriale.

Tipologia C (ampliamento marciapiede esistente)
1. Via Boris Giuliano– ampliamento lato destro; 2. Via Amendola.

Tipologia D (restringimento marciapiede esistente)
1. Via Epifania – da Via Pacifico a Via Lattanzio

Interventi sulle aiule:
1. Via Casamassima; 2. Via U. Foscolo.

Pubblica illuminazione:
1. Via Triggiano; 2. Via Montesano; 3. Via Votano; 4. Via San Pietro.

Giardini di San Francesco. Al via la riqualificazione!

Eliminazione della recinzione, sostituzione di alcune essenze arboree, un parco giochi per bambini, nuove panchine, tavoli da pic nic, nuova illuminazione, nuovi cestini getta carta, rastrelliere porta bici. I giardini di San Francesco saranno, alla pari della villa comunale, del parco e di largo piscino, un luogo d’incontro, di divertimento per i più piccoli, di svago e di relax, per i capursesi che vivono nei pressi della chiesa di San Francesco da Paola e di Palazzo di Città. Circa 150 mila euro di lavori, per un appalto di poco oltre i 200  mila euro. Presto le idee si concretizzeranno in un progetto architettonico che porterà lustro a una parte di territorio che per troppo tempo è stata spina nel fianco dell’amministrazione. Sarà uno dei fiori all’occhiello della nostra amministrazione e ci ripagherà del lavoro di questi lunghi – e al momento – impareggiabili 10 anni di lavoro per la comunità capursese.
Cantierizzeremo entro fine anno. Non vedo l’ora!

È stato un luglio spettacolare. Il cartellone Estate della Cultura punta al mese della Madonna del Pozzo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Birra di Notte, Libero e all’aperto, Capurso Danza, Storie di Vinile, Rassegna Capursese del Teatro Amatoriale, Multiculturita Summer Festival, Francesco Cicchella, il grande Cinema con Green Book, Nasi senza Frontiere, gli appuntamenti sportivi tra Pala Livatino e Piazza Libertà. Un luglio ultra vissuto con il cartellone Estate della Cultura. Migliaia di persone giunte nelle nostre splendide location anche da fuori Capurso, in particolare per i grandi eventi. E non è finita qui. Da domani parte la seconda ondata di iniziative, tra manifestazioni ricreative, culturali e di comunità.

Il 2 agosto, toccherà agli amici di AVIS Capurso presentare in Villa Comunale l’annuale Cena Rossa animata dagli energici Funk Yoursef.

Il 3 agosto si ripeterà, come da ormai 17 anni, il Memorial di calcio a 5 dedicato a Giulio Centrone. Appuntamento al PalaLivatino alle 19 del pomeriggio.

Il 5 agosto, sempre in Villa, l’iniziativa organizzata da EcotourViaggi e Assaggi, con il concerto di musica popolare a cura degli altamurani Uaragniaun.

Il 6, 13, 20 e 27 agosto, presso il Parco Comunale, continua l’attività del Circolo Acli “Luisa Bissola”, con l’iniziativa Libero e all’aperto.

Il 15 e 16 agosto, anche quest’anno, appuntamento con il Ferragosto in Villa, che in questa edizione, sarà animato rispettivamente dagli Angel’s Elisir di Angelo Giancola e dalla Molà Band.

Dal 23 al 26 agosto, l’apice dell’attività estiva con La Festa Grandedella Madonna del Pozzo: processioni, luminarie, fuochi, giostre, cortei storici e artistici, concerti bandistici e pop, diretta televisiva e tanto altro.

Il 31 agosto, alla vigilia dell’Ottava, torna il Premio Capursese dell’anno con il Festival Performing Arts proposto dall’associazione Dynamic Lab.

Grazie a tutte le associazioni che hanno già fatto la loro preziosa parte e in bocca al lupo a quelle che si impegneranno in questo caldo mese di agosto, ad animare la nostra comunità. Buona Estate!

Ray Charles a Storie di Vinile.

Prosegue la Summer Edition di Storie di Vinile: tra musica, parole, libri, arte ed enogastronomia. Novanta minuti dedicati a un disco, al suo autore, alla storia. L’innovativo progetto ideato da Michele Laricchia con l’ausilio di Vito Prigigallo e Luca Basso, e organizzato dall’amministrazione comunale di Capurso in collaborazione con le associazioni culturali Multiculturita J.S. e Kirikù, si svolgerà a Capurso Mercoledì 24 luglio (inizio ore 20.30), presso la Villa Comunale di Capurso.

L’appuntamento sarà interamente dedicato a Ray Charles, con particolare riguardo al sessantennale dell’album What I’d Say. A quindici anni dalla scomparsa del grande musicista di Albany, a storie di vinile sarà ripercorsa la sua illuminante carriera, attraverso storie, aneddoti e video; sarà l’occasione per ascoltare anche alcuni sue pietre miliari del R&B e del soul.

L’occasione sarà propizia anche per affrontare i principali avvenimenti del 1959, anno di pubblicazione di What I’d Say. Inoltre, come sempre, alla musica di Ray Charles faranno da corollario libri, parole, aneddotica e film dello stesso anno.

Ospiti della serata, saranno: Vito Prigigallo, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno; Mariangela Giordano, esperta in scienze dello spettacolo e della produzione multimediale, che tratterà di libri e film; Michele Laricchia, ideatore del Multiculturita Summer Jazz Festival, vicesindaco del comune di Capurso; Mariella Procaccio, educatrice filosofica e Alceste Ayroldi, docente, saggista e critico musicale.

Informazioni. Ufficio cultura Comune di Capurso: 080.4551124.