Lavori di riqualificazione energetica alla Montessori. Presto il via!

Dopo l’intervento di riqualificazione energetica della scuola dell’infanzia Carlo Collodi, realizzato grazie a un finanziamento regionale, successivamente integrato con fondi comunali, destinati al rifacimento totale dei servizi igienici, che sarà completato nei prossimi giorni, un intervento importante è previsto nei prossimi mesi, anche alla scuola dell’infanzia Maria Montessori.

90.000 euro di quadro economico per un totale di circa 64.000 euro di lavori, che prevedono la sostituzione della caldaia, la sostituzione di tutti gli infissi esterni e il relamping interno ed esterno con punti luce al led. Le risorse arrivano dal Decreto Crescita del Ministero dello Sviluppo Economico, che prevede l’assegnazione di contributi ai comuni per interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. Il progetto esecutivo, è stato approvato dalla Giunta Municipale nei giorni scorsi e considerati i tempi del procedimento mediante affidamento diretto, previa consultazione di tre operatori economici, prevediamo il fine lavori entro novembre.

È un interessante intervento rivolto al benessere dei bambini, che migliora la struttura sotto il punto di vista energetico, aumentandone esponenzialmente la vivibilità.

 

Estate della Cultura: il cartellone di settembre.

È Estate della Cultura anche a settembre!
Siamo partiti l’1, con la fiera dell’ottava e il concerto dei Poohlover in Piazza Libertà, e il 2 con la settima edizione di Sindaci ai fornelli, si riprende oggi e si va avanti anche domani e dopodomani, con Il Libro Parlante. Tre suggestivi appuntamenti con la letteratura e la poesia a km 0. Protagonisti saranno Mariano Rizzo con Storie di Tenebre nella storia di Puglia, questa sera 4 settembre, in villa; il poeta Pietro Quassia con Poeti, poesie ed Arte in giardino, saranno, ancora in villa, giovedì 5, a partire dalle ore 20, per una jam d’arte con la presenza di 20 poeti che faranno vibrare le nostre emozioni come “Voli di Farfalle”, e a completare la bellezza dell’offerta, una rassegna di opere d’Arte curata da Katya Abbrescia e l’associazione Artistika. A chiudere la 3 giorni della rassegna, la giovane scrittrice polignanese Chiara Pepe con il suo Voci dal mondo antico, accompagnata dalle note di Mina Signorile e Vito Mattia, sempre in villa, venerdì 6, alle 19.30.

Non finisce qui! Giovedì 5, parte il 9° concorso di Arti Manuali Ri-tratti dal Cinema, iniziativa presentata dall’associazione Bona Sforza, con la collaborazione dell’associazione Artistika, al fine di favorire l’interesse per l’Arte e il Cinema. Il concorso sarà articolato in due sezioni, pittura e scultura, e arti varie, tra cui fotografia, oggettistica, bigiotteria, decoupage, ricamo e cucito. L’esposizione dei lavori, si terrà nella Sala Tanzella della Basilica della Madonna del Pozzo, fino all’8 settebre. La premiazione avrà luogo nel corso della serata del 21 settembre presso il chiostro del Santuario della Madonna del Pozzo e sarà allietata da intermezzi musicali.

Sabato 7 e domenica 8 settembre, l’associazione Circoli Virtuosi, con la direzione artistica di Mariella Procaccio, presenta L‘Infinito e Oltre, parole, suoni e immagini, una 2 giorni dedicata ai 200 anni dell’Infinito di Giacomo Leopardi, con un laboratorio di lettura filosofica e fotografia, il racconto della filosofia nelle opere di Giacomo Leopardi, presentazioni di libri, letture e scritti leopardiani. Tra gli ospiti, i musicisti Vito Ottolino, Virginia Sassaroli e Vincenzo Fortunato, e il fotografo Pino Pavone.

Martedì 10, presso il Parco Comunale, si chiude la bella iniziativa estiva Libero e all’aperto, il piacere e l’arte del tempo libero, curata dal Circolo Acli “L. Bissola”.

Giovedì 12, a partire dalle ore 17.30, nel prato di Largo Piscino, l’associazione Kirikù, presenta Arrivederci estate, corro a leggere, manifestazione inserita all’interno dell’iniziativa “Il vento dei 20. Vent’anni di Nati per Leggere”.

Domenica 15, in Piazza Umberto I, toccherà ai giovani dell’Azione Cattolica portare in scena il musica Saranno famosi, tra sogno e realtà, programmato per il 6 agosto e rimandato per esigenze tecniche.

Il cartellone Estate della Cultura, si chiuderà il 29 settembre, con manifestazione cinofila Nasi senza frontiere, curata dal Centro Cinofilo Mapia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Festa Grande? Non è finita. Nel week-end il gran finale.


Manca l’Ottava, con la fiera e lo spettacolo di chiusura, manca il Corteo Storico, manca il Premio Capursese dell’anno, e soprattutto manca Sindaci ai Fornelli. Sono gli appuntamenti che chiudono La Festa Grande 2019, che in questa edizione vanta numeri da record, qualità, innovatività e apprezzamenti, probabilmente mai visti prima d’ora. Le luminarie, bellissime (!), lo spettacolo di Elisa Barrucchieri con il grande successo di pubblico e applausi, le fontane danzanti, e le tradizionali bande, processioni, fuochi, luna park e bancarelle. Una festa tra le migliori in Puglia diceva gente venuta da lontano per apprezzare la nostra Madonna del Pozzo.

Il primo appuntamento da segnare in agenda, è con il Corteo Storico Rievocativo del rinvenimento della venerata immagine della Madonna del Pozzo, nel 314° anniversario dal ritrovamento. Appuntamento Venerdì 30 agosto con partenza alle 20,30 dalla Chiesa del Pozzo in Largo Piscino e arrivo alle ore 21.30 circa presso la Basilica di S. Maria del Pozzo.

Secondo appuntamento, Sabato 31 agosto, alle ore 21, in Piazza Libertà con il Premio Capursese dell’anno che, per questa edizione prevede oltre al premio principale, ben 12 riconoscimenti, e il Festival Performing Arts, giunto alla 3^ edizione, sotto la direzione artistica di Giusy Colamartino.

Terzo appuntamento, Domenica 1 settembre, a partire dalle prime luci dell’alba e per tutta la giornata, appuntamento con la tradizionale Fiera dell’Ottava, con banchi vendita di merci varie in via Madonna del Pozzo, via Noicattaro e via Aldo Moro. Sempre domenica, in serata, lo spettacolo di chiusura della Festa Grande 2019, con il concerto dei PoohLover, la tribute band riconosciuta ufficialmente dai Pooh e premiata dagli stessi per “la perfezione assoluta dell’impasto vocale”. Oltre 2 ore di “Musica & Cuori” e tanta voglia di emozionare ed emozionarsi ancora in compagnia della cover band barese e lo spettacolo “La Storia dei Pooh“.

Si chiude Lunedì 2 settembre, con la settima edizione di Sindaci ai Fornelli!,la divertente kermesse che per una sera unisce il mondo della gastronomia alla politica. Quest’anno l’evento si terrà sul sagrato del Santuario della Madonna del Pozzo. Alla conduzione ci sarà uno dei volti più noti e amati della televisione pugliese, Mauro Pulpito, affiancato dalla dj di Radionorba Claudia Cesaroni, e con la partecipazione di colui che finora ha vestito i panni del mattatore di “Sindaci, ai fornelli!”, il grande attore e showman Antonio Stornaiolo.
Sei squadre composte da due sindaci e due chef, per un totale di 12 sindaci e 12 chef si affronteranno in gara. Tra i Sindaci spicca il nome del super ospite di questa edizione: il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti. Presenti anche in questa edizione, oltre al nostro Francesco Crudele, il Sindaco di Bari Antonio Decaro e il Governatore della Puglia Michele Emiliano.

Finisce La Festa Grande, ma gli appuntamenti con il cartellone Estate della Cultura continuano fino alla fine di settembre. Una lunga, bella ed entusiasmante estate a Capurso!

Questo slideshow richiede JavaScript.

3 giorni alla festa e mille cose da fare tra conferme e novità.

L’organizzatore è il Comitato Feste, è vero. Ma organizzare le feste patronali è ormai roba da professionisti del settore e nessuno può ritenersi esente da responsabilità. Per una festa importante come quella della Madonna del Pozzo poi, l’organizzazione è da grande evento. Tipo il concerto di una rock star. Tra l’altro i numeri delle presenze sono quelli. Le difficoltà sono davvero tante, e le responsabilità sono spalmate a vario livello, politico, amministrativo e operativo. Un grande gioco di squadra, che nel nostro caso vede coinvolti oltre al Comune con diversi uffici (in particolare ufficio suap-commercio e Polizia Locale) e al Comitato Feste, il Santuario delle Madonna del Pozzo, la Stazione dei Carabinieri di Capurso e il Comando di Triggiano, le associazioni di volontariato, di soccorso e di Protezione Civile, le ditte e le cooperative addette allo spostamento di transenne e new jersey, il personale dell’azienda addetta alla raccolta di rifiuti, gli addetti agli spettacoli artistici e pirotecnici, con tutto l’ambaradan che gli gira attorno, le tipografie, i facchini e tanto altro ancora.

Alle immancabili iniziative della “tradizione” per gran parte organizzate dal Comitato Feste Patronali, le processioni del venerdì,quelle della domenica con la chiusura Trionfale del Carro e quella del lunedì, le luminarie, quest’anno davvero sfarzose, le bande, i fuochi, le bancarelle e il Luna Park, si aggiungono una serie di conferme e novità. Il Luna Park si sposta all’interno dei parcheggi del Pala Livatino e dello Stadio Comunale, con ingresso da via Difesa. E’ la novità più importante di questa edizione della festa. I lavori di riqualificazione del campo della 167, vecchia sede del Luna Park, ci hanno spinti a decidere per questa nuova location. Importante il servizio d’ordine che nei 3 giorni di apertura del Luna Park, garantirà che non ci siano danni agli impianti, in particolare al Pala Livatino. Ben 20, saranno infatti, gli addetti al controllo. Confermati gli spettacoli del progetto Un Pozzo di Storia e Arte, con la direzione artistica di Elisa Barrucchieri. I laboratori con giovani danzatori e danzatrici capursesi, sono la novità proposta dalla direttrice artistica, tra gli altri, del Corteo di San Nicola. Lo spettacolo si terrà sabato 24, in Piazza Libertà e sarà uno spettacolo che non conviene assolutamente perdersi. Così come imperdibile è il momento della Consegna delle Corone della Festa alla Madonna, che si terrà all’interno della Basilica poco dopo le 22.30 di sabato. Confermata la direzione a cura di ResExtensa e di Elisa Barrucchieri del Corteo Artistico che accompagnerà la processione del Carro Trionfale, con la partecipazione degli Sbandieratori Civitas Mariae di Capurso e le ballerine, in gran parte provenienti dalle scuole di danza capursesi. Lo spettacolo del sabato sera e la partenza della processione del carro, saranno trasmesse in diretta su Antenna Sud. Questa è una novità! Così come, e questa è una bella conferma, la processione della domenica mattina, il rientro della Sacra Effige e l’uscita del Carro Trionfale, saranno trasmesse da Capurso Web Tv.
E’ la mia decima Festa Grande e con orgoglio posso affermare che, in un momento storico di crisi per le patronali, una certa crescita della nostra Festa è sotto gli occhi di tutti, soprattutto sotto il punto di vista culturale, qualitativo e organizzativo. Far parte di questa grande organizzazione è molto bello e gratificante. Sarà una gran bella Festa Grande.

Questo slideshow richiede JavaScript.

No Safety, No Party! C’è un’Italia che lavora anche a Ferragosto. E questo mi rende orgoglioso.

Una volta per fare festa bastavano un Martini ghiacciato e un arrembante slogan promozionale. I tempi sono cambiati e il rispetto delle regole per la prevenzione e la sicurezza dei grandi eventi sono cosa necessaria e dovuta. Stamattina con don Tonio, il comandante Costanza, l’architetto Lorusso e il dottor Prigigallo, siamo stati in Prefettura per il Comitato dell’Ordine e la Sicurezza Pubblica, per discutere il piano di Safety & Security della festa della Madonna del Pozzo. Il 14 agosto, vigilia di Ferragosto, ci siamo ritrovati al tavolo con il Prefetto, il Questore di Bari, alti ufficiali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e Asl. Niente male per essere il 14 agosto. Una riflessione sorge spontanea. L’Italia non è la terra di chi si limita a scrivere post a effetto sui social per accaparrarsi like, di chi organizza i Beach Party su e giù per lo stivale (e non mi riferisco a quelli straordinari di Jovanotti) per accaparrarsi consenso (ma consenso di chi? poi!). L’Italia non è la terra dei furbetti del cartellino, degli assenteisti, dei mafiosi. Ci sono anche loro. Ma sono certo si tratti di una minoranza. Sono tornato in Comune e ho provato orgoglio per essere parte di una struttura che anche alla vigilia di ferragosto, era li, aperta, con i suoi dipendenti pronti a “servire” i cittadini, mentre gran parte degli italiani è al mare a godersi le meritate vacanze. E ne hanno macinato di lavoro oggi in Comune! Ognuno per il suo: uffici tecnici, polizia locale, anagrafe, stato civile, servizi sociali, segreteria, ufficio tributi, ragioneria, commercio, economato e cultura. E allora ogni tanto bisogna fermarsi un attimino e ringraziare i lavoratori, a qualsiasi livello essi siano, per quello che ogni giorno dell’anno fanno per la nostra comunità. Spesso in silenzio e assumendosi il peso delle responsabilità, senza sbandierarlo sulla prima spiaggia capitata, con tanto di inno nazionale, cubiste e rosario da sventolare al vento. Viva l’Italia, bella e rispettosa delle istituzioni e dei suoi cittadini.