L’arte non è cosa da ricchi. Anteprima nazionale del film di Giuseppe Campese, stasera in biblioteca.

campeseSarà presentato in anteprima nazionale, questa sera alle ore 18, presso la biblioteca comunale D’Addosio di Capurso, il lungometraggio “L’arte no è cosa da ricchi”.
Il film, interamente girato in un edificio confiscato alla malavita organizzata nei primi mesi del 2015, sotto la regia di Giuseppe Campese, è sostenuto da Apulia film Commission e narra la storia di un gruppo di artisti che cerca e trova il modo di fare attività all’interno di un luogo maledetto che, pian piano, si trasforma, dando una nuova identità a una struttura con un passato così controverso. Si tratta di una commedia drammatica che racconta la storia di un gruppo di artisti da strada, che, guidati da un grande maestro riusciranno a coronare il sogno di esibirsi in un grande teatro.
La villa confiscata sorge in contrada San Lorenzo, lungo la strada Triggiano-Carbonara, in agro di Capurso. Le riprese del film, si sono svolte, oltre che a Capurso, in diversi luoghi nei comuni di Bari, Mola, Bitritto e Valenzano.
WhatsApp Image 2017-02-04 at 08.35.57Aprire le porte di un luogo simbolo della vittoria dello Stato sulla mafia, all’arte cinematografica e alla cultura, è il modo migliore per gridare al mondo che il bene vince sempre sul male. Che quella del bene, è l’unica strada da percorrere. È l’unica strada a cui vale la pena credere e per cui vale la pena combattere!
Ringrazio la produzione e il regista Giuseppe Campese per aver scelto Capurso. Il nostro è un paese, affamato di Cultura e di Legalità e auspico, che questo lavoro, possa essere l’inizio di nuovi ed interessanti circuiti culturali e turistici.
Saranno presenti in sala, Il Capitano dei Carabinieri Piergiorgio Rosa, comandante della Compagnia di Triggiano, il Maresciallo Giovanni De Rosa, comandante della Stazione dei Carabinieri di Capurso, Il Maggiore Saverio Petroni, comandante della Polizia Locale del Comune di Capurso, i dirigenti scolastici Francesca De Ruggieri e Francesco Tesoro, degli istituti comprensivi Montalcini/Savio e Bosco/Venisti di Capurso.
L’iniziativa è inserita nel ricco cartellone “Culture d’inverno” a cura dell’assessorato alla cultura del Comune di Capurso.