Polizia Locale: in arrivo un’auto ibrida e il targa system.

In natura “ibrido” significa unione tra due specie differenti. Lo stesso vale per le auto. L’incrocio è però tra 2 motori uno elettrico e uno a benzina. L’Amministrazione Comunale e il comando di Polizia Locale, hanno deciso di puntare al rispetto dell’ambiente e alla riduzione delle emissioni di CO2 acquistando la prima autovettura ibrida a disposizione di Palazzo di Città. Si tratta di una Suzuki Ignis 1.2 4WD. L’autovettura, costata circa 27mila euro, sarà a disposizione dei vigili a partire dalla prossima primavera.
Inizialmente avevamo pensato a una macchina elettrica, ma alcuni esperti ci hanno consigliato l’ibrido, nel rispetto di un migliore rapporto qualità-prezzo-ecosostenibilità.
Un passo avanti anche sotto il punto di vista della tecnologia a disposizione del comando. Grazie alle variazioni di bilancio di fine anno e alla possibilità di utilizzo degli avanzi di amministrazione per le spese di investimento, è stato infatti possibile, dotare il comando di un’apparecchiatura elettronica che consente l’identificazione dei veicoli a motore non assicurati, non revisionati o rubati attraverso la lettura della targa. Grazie a questo sofisticato sistema, la polizia locale in pattugliamento, riuscirà a collegarsi con il data base del Ministero dell’Interno o della Motorizzazione Civile e a visualizzare tempestivamente l’indicazione dell’anomalia riscontrata, segnalando il veicolo da fermare o sanzionare. L’accessorio è di primaria importanza per la lotta ai fenomeni di illegalità legati alla circolazione stradale, uno su tutti, la circolazione dei veicoli privi di copertura assicurativa, fenomeno in crescente aumento negli ultimi anni.
I vantaggi del dispositivo sono molteplici sia per la tutela dei cittadini che per l’ottimizzazione dell’impegno degli agenti sul territorio, al fine di avere controlli più efficaci.
Ulteriori somme, sono state investite per il miglioramento dell’impianto di video sorveglianza e per l’acquisto di transenne e new jersey in cemento.

Il Planetario a Capurso. Appuntamento per una festa natalizia “dentro le stelle”, domenica 23 al PalaLivatino.


Per domenica 23 dicembre, abbiamo organizzato un affascinante viaggio tra le stelle, ricco di effetti speciali, per tutti i bambini di Capurso. Un vero e proprio spettacolo dal vivo, con un “divulgatore” che spiegherà e commenterà le immagini proiettate in 3D full dome all’interno di un planetario itinerante. Uno show di didattica astronomica che utilizza un nuovo canale di comunicazione che passa attraverso l’emozione e l’incantamento di un viaggio virtuale tra le stelle. Lo strumento utilizzato è il più grande planetario itinerante di Puglia che sfrutta una nuova tecnologia digitale in grado di ricostruire fedelmente il cielo stellato e stupire lo spettatore con spettacolari immagini dell’universo.
Il pomeriggio sarà inoltre animato da uno spettacolo di intrattenimento con balli e giochi di gruppo in stile villaggio turistico che nell’occasione si trasformerà in Christmas Village, con originali omaggi per i più piccoli. Sono infatti previsti puzzle personalizzati per i primi 200 bambini che arriveranno al palazzetto e regali/premio,  messi in palio dall’associazione dei commercianti capursesi Ass.Com.Crea.
Appuntamento al Pala Livatino a partire dalle ore 17.30. Gli spettacoli del Planetario saranno ripetuti più volte nel corso della serata. Si andrà avanti fino alle ore 20.

Storie di Vinile: ultimo appuntamento del 2018. Il 1962 a cento all’ora con Gianni Morandi.

Ultimo appuntamento del 2018 con Storie di Vinile, tra musica, parole, libri, arte ed enogastronomia. Novanta minuti dedicati a un disco, al suo autore, alla storia. L’innovativo progetto, promosso dall’amministrazione comunale di Capurso in collaborazione con le associazioni culturali Multiculturita J.S. e Kirikù, si svolgerà sabato 22 dicembre (inizio ore 19.30), presso l’ Hotel 90  in via Magliano, n. 62.
L’appuntamento sarà interamente dedicato a Gianni Morandi e all’anno 1962, data in cui fu pubblicato il 45 giri Andavo a cento all’ora. Sarà ripercorsa la lunga carriera artistica del musicista di Monghidoro e, per l’occasione, si toccheranno i principali eventi musicali, culturali e storici del 1962.
L’appuntamento sarà impreziosito dallo scoppiettante Sing Joy Gospel Concert a cura dell’associazione Kumanta, offerto nell’ambito delle iniziative del cartellone Natale a Capurso dall’associazione dei commercianti capursesi AssComCrea.
Protagonisti della serata, oltre a me,  Vito Prigigallo, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno,  Mariangela Giordano, esperta in scienze dello spettacolo e della produzione multimediale, che tratterà di libri e film e Mariella Procaccio, presidente dell’associazione Circoli Virtuosi e esperta di filosofia.
Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Natale a Capurso. Stesse regole, tanti premi, entusiasmo rinnovato.


Si rinnova per il Natale 2018, l’impegno dell’associazione  dei commercianti creativi capursesi AssComCrea. Iniziative culturali, musicali, mercatini  natalizi organizzati in alcune attività, ma soprattutto, puntuale, arriva il concorso a premi Natale a Capurso, che ogni anno, regala a chi fa acquisti in paese dal 1 dicembre al 5 gennaio, una Crociera nel Mediterraneo per due persone al primo classificato, un TV Led 43” per il secondo, una Play Station 4 per il terzo e ulteriori prestigiosi premi messi in palio dagli stessi commercianti e raccolti in 10 comodi e utili carnet.
Per partecipare al concorso, i consumatori dovranno semplicemente raccogliere gli scontrini delle spese effettuate durante le festività natalizie, nelle attività convenzionate ed imbucarli nelle apposite urne di cui ogni attività è fornita.
L’importo complessivo degli scontrini deve essere di almeno 30 euro e ciascuno scontrino deve avere un importo minimo di 1,50 euro.
Le buste ed i moduli di partecipazione verranno forniti gratuitamente a tutti i partecipanti dagli stessi negozianti.
Il 6 Gennaio nel corso dell’iniziativa “Aspettando la Befana“, in Piazza Umberto I, saranno estratti gli scontrini vincenti.
Nello stesso periodo, sarà inoltre possibile partecipare al concorso selfie. In palio 5 buoni d’Acquisto del valore di 50 euro, da spendere nelle attività commerciali convenzionate.
Partecipare è semplicissimo, basterà scattare un selfie in uno dei negozi convenzionati e pubblicarla su Facebook con #nataleacapurso
Ogni settimana, dalle 00.00 del sabato alle 24.00 del venerdì successivo, la foto che riceverà più like vincerà il buono d’acquisto.
Ogni sabato verrà comunicato il vincitore sulla pagina facebook ufficiale.
Ricordo, che fare la spesa al negozietto a due passi da casa, aiuta a mantenere “attivo” il paese, allontana dalla noia caotica dei centri commerciali e soprattutto può regalarci il rischio di vincere un meraviglioso premio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Fanoje 2018. Il programma completo.


È tutto pronto per la Fanoje, la più antica festa capursese, in cui si mescolano significati sacri ed aspetti profani. Un tempo, in ogni strada del paese s’accendevano falò (Fanoje) che venivano preparati con orgoglio dagli abitanti dei rioni con l’aiuto dei contadini, i quali portavano dalle campagne rami d’ulivo e tralci di vite. Secondo la leggenda, i falò dovevano servire alla Madonna perché potesse asciugarvi i pannetti di Gesù Bambino, ed anche, secondo una visione più profana, perché fossero cacciati dal paese gli spiriti del male. Quando ormai tutta la legna era bruciata sulla strada rimaneva un immenso fuoco, con cui ciascuno riempiva un braciere per tener viva la fiamma della fede, ma anche – perché no? – per tenere calda la casa durante la notte.
Intorno al fuoco si era soliti consumare taralli, ceci fritti, calzone di cipolla, il tutto annaffiato da un buon bicchiere di vino. La musica di un mandolino poi dava il via alle danze.
Oggi, le “Fanoje” sono 2, ma la più importante è quella di Piazza Gramsci, nel cuore di Capurso, che come da tradizione, si incendia alle 20.30 del 7 dicembre dopo il corteo aperto dal Gruppo Sbandieratori e Musici Civitas Mariae, i saluti del Sindaco Francesco Crudele e la benedizione del parroco don Tonio Lobalsamo alla presenza delle autorità militari, civili e religiose, che resterà accesa anche nella serata dell’8 dicembre.
Al tradizionale rito del falò, si affiancherà, anche quest’anno, la realizzazione di un percorso enogastronomico per le vie del centro storico, durante il quale sarà possibile degustare vini, prodotti locali e piatti della tradizione, presso diversi stand dislocati nei luoghi più caratteristici del borgo antico, grazie alla collaborazione delle associazioni locali e di numerosi professionisti dei sapori, provenienti da tutta la Puglia, che hanno trovato giusta dimora nella succulenta Piazza del Gusto, realizzata con il coordinamento dell’associazione Puglia in Corte.
L’atmosfera sarà resa suggestiva da coinvolgenti spettacoli offerti da musicisti e artisti di strada, che si esibiscono contemporaneamente in diversi punti del centro storico, ed in particolare, nel suggestivo Borgo Medievale allestito dall’associazione Sbandieratori e Musici di Capurso e nella romantica Capurso Antica, allestita dall’associazione Capurso New Events. La grande musica popolare pugliese, sarà di scena sulla cassarmonica di Piazza Gramsci, con Cesare Dell’Anna e i 35 elementi di Girodibanda venerdì 7, mentre i canti e suoni natalizi della Controrchestra Big Band, saranno di scena sabato 8. Tutto intorno, numerose bancarelle ripropongono la tradizione dei mercatini natalizi, realizzati grazie al coordinamento dell’associazione Artistika, segni di Puglia. Spazio anche all’arte, con mostre di pittura nella suggestiva Strada degli Artisti, in via Regina Sforza e una mostra fotografica, realizzata dal veterano Sergio Scagliola, dal titolo Fotografare lo sport, una storia d’amore”.
Novità dell’edizione 2018, con particolare interesse da parte dei più piccoli, sarà l’adrenalinico Volo dell’Angelo con tanto di percorso avventura, curato dall’associazione culturale ResExtensa. Prevista, per la sera del 7 dicembre, l’esibizione itinerante del gruppo Timpanisti Fajanensis Città di Fasano, mentre sia il 7 che l’8 andrà di scena Il Borgo Infuocato, con le performance di straordinari artisti, che racconteranno l’eterno dualismo del fuoco, visto come elemento naturale, che incanta l’uomo sin dalla notte dei tempi, e forza purificatrice e sacrale, ma allo stesso tempo distruttrice.
Sono tante le associazioni e i volontari che rendono unica, imperdibile e attraente questa festa della tradizione. La Fanoje 2018 è infatti organizzata dal Comune di Capurso con la preziosa collaborazioni delle associazioni capursesi. A tutti loro va il sentito grazie dell’amministrazione e dell’intera comunità.
Quella di quest’anno sarà la più bella Fanoje di sempre!

SCARICA LA BROCHURE DELLA FANOJE 2018